Hector Serrano e il redesign dell’oggetto comune

 1103428177.jpg

Può essere riprogettato un tovagliolo di carta usa e getta?

Hector Serrano (product-designer e non solo con sede a Londra) è convinto di sì, e firma per Worldwide “Napkins”, una furbissima reinterpretazione di un oggetto quotidiano, reso straordinario da una semplice stampa.
2124520227.jpg

 

Lo stesso Hector Serrano qualche tempo fa ridisegnava il souvenir rendendolo assai meno kitsch con “Reduced Carbon Footprint Souvenirs“, una collezione di ricordini per le vacanze inviabili ai propri cari via e-mail e che si materializzano in loco fresati da una stampante 3D (stereolithography rapid prototyping).

782766496.jpg

1680327692.jpg

1619675713.jpg 

Oppure, provava a ridare nuova vita al ventaglio con FAN-TXT, antico ma nuovo mezzo di comunicazione e seduzione, arricchito della possibilità di visualizzare messaggi – assai più esplicitamente che nel passato – per mezzo di led a frequenze programmate che si attivano durante l’oscillazione.

A quanto pare, l’eredità di Bruno Munari e della sua capacità di saper reinventare il quotidiano con intelligenza non è andata del tutto persa.
Hector Serrano e il redesign dell’oggetto comuneultima modifica: 2008-09-01T17:07:00+02:00da spacelab.1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento