Ancora Beijing: “The Egg”, un ipertrofico Grand National Theatre firmato Paul Andreu

1e545938f75da6cb994a0bc4f708e0da.jpg
In occasione delle Olimpiadi, Pechino guarda anche alla cultura: e lo fa – come ormai siamo abituati ad osservare – esagerando.
Sta per essere completata in un luogo strategico quanto evocativo – in prossimità della Città Proibita, vicino Piazza Tienammen ed in allineamento con l’Assemblea Nazionale ed il Museo della Rivoluzione Popolare – la megastruttura del Grand National Theater, firmata dal parigino Paul Andreu (co-autore in era Mitterand, tra l’altro, assieme allo sfortunato
Johann Otto von Spreckelsen, del Grande Arche de la Défense a Parigi).
04b77f5ec2a5360045e31f6df9db0d41.jpg


Qualche numero: 200.000 metri quadrati, 6.500 posti a sedere totali, informati in una cupola rivestita in cristallo e titanio a pianta ellittica, con diametri maggiore e minore rispettivamente di 212 e 143 metri, altezza pari a 46 metri.
All’esterno, una vasca d’acqua di 35.000mq circonda completamente la struttura, raggiungibile dall’ingresso settentrionale per mezzo di un foyer immerso nell’acqua lungo 80 metri. Ai bordi del lotto, esternamente allo specchio d’acqua, spazi di verde pubblico per il gioco e lo svago.

Una volta entrati nel megadome, l’interno è scandito ulteriormente in tre sotto-sistemi: l’Opera, con 2.416 posti a sedere, sarà uno spazio destinato a rappresentazioni di opera, balletto e danza. Segue una sala da concerti con capacità di 2.017 spettatori, ed un Teatro vero e proprio, con 1.040 posti a sedere.
 
Gli elevatissimi oneri di manutenzione della struttura saranno in parte finanziati annualmente dallo Stato cinese, in modo da mantenere calmierati i costi dei biglietti d’ingresso ad un livello accettabile per il target locale.
 
Lo stesso sito web della megastruttura (ormai nota come “the egg”) è significativo nella sua contraddizione, nel coniugare l’immagine hi-tech dell’opera con una rappresentazione iconografica tradizionale, tipica del regime. 
b8eac14d8b26b9fcdf38b0e2cbcbba3c.jpg
56f113c389ee4c6ccdf3f4b0d09dd5a8.jpg

 

 
 
Ancora Beijing: “The Egg”, un ipertrofico Grand National Theatre firmato Paul Andreuultima modifica: 2007-10-17T10:00:00+02:00da spacelab.1
Reposta per primo quest’articolo