Sou Fujimoto: Jap next generation

1377738377.jpg

Sou (Sosuke) Fujimoto, classe 1971, sconosciuto pressoché in tutto l’occidente (anche se ha già tenuto lo scorso 25 settembre una lecture al NAI – Netherlands Institute of Architecture di Rotterdam: gli olandesi sono sempre qualche passo avanti…) diventerà probabilmente molto presto uno dei più importanti architetti del Sol Levante e non solo. Una delle sue caratteristiche più interessanti è il senso dello spazio. Altro valore aggiunto: una notevole capacità di soluzione del rapporto tra natura ed artificio (tema a lui molto caro, e oggetto della sua pubblicazione “Primitive Future”), con esiti formali di una freshezza e di una chiarezza disarmanti.

Il sito istituzionale dello studio è un po’ ruvido, ma vale la pena di visitarlo, anche soltanto per leggere i lucidi appunti intorno ai suoi (ancora pochi) progetti.

Sotto, alcune immagini di opere firmate da Fujimoto. Uno da tenere d’occhio.

2076946624.png
Tokyo Apartment, 2006
 
1433489854.png
315698030.png
800129758.png
1651384626.png
O House, Tokyo, completata nel 2007 (image courtesy of Sou Fujimoto)
 

1874814924.jpg
177748197.jpg
1855294742.jpg
N House, Oita, 2008 (image courtesy of Iwan Baan)
Sou Fujimoto: Jap next generationultima modifica: 2008-09-30T20:51:00+00:00da spacelab.1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Sou Fujimoto: Jap next generation

Lascia un commento